Archivi categoria: politica

Come ha votato San Vito alle Europee

foto_84_1

Vince anche a anche a San Vito dei Normanni il Partito Democratico di Renzi che ha ottenuto il 30,78 percento delle preferenze (in crescita percentuale dell’8,5).

Subito dopo, il consenso dei sanvitesi va a Forza Italia che raggiunge il  28,36 percento, seguita con il 19,98 dal Movimento Cinque stelle.

L’8,43 percento ha accordato il proprio voto al Nuovo Centro Destra UDC ed il 6,91 a Fratelli D’Italia.

La lista “L’altra Europa con Tsipras” giunge al 3,42 percento. I restanti voti si dividono tra Lega Nord (0, 57), Scelta Europea (O, 55) ed altri partititi (0,95).

L’affluenza è stata del 47,23 percento, in significativo calo rispetto al 70,36 delle precedenti elezioni europee.

Annunci

San Vito – Rinviato Consiglio comunale su richiesta dell’opposizione

aula consiliare

Si riporta di seguito comunicato politico delle forze di opposizione sul rinvio del Consiglio comunale di San Vito dei Normanni previsto per il 20 maggio 2014:

“La Giunta Magli si contraddistingue ancora una volta per superficialità ed approssimazione.
Come forze politiche di opposizione in Consiglio Comunale PDSELIDVSilvana Errico Movimento Politico Schittulli, nella seduta consiliare del 20 maggio per l’approvazione del rendiconto di gestione 2013, abbiamo chiesto ed ottenuto il rinvio del Consiglio Comunale.
Infatti, anche quest’anno, la maggioranza ha depositato atti incompleti e con grossolani errori che hanno viziato l’intera procedura.

Il rendiconto di gestione, peraltro l’ultimo della Giunta Magli, al di là del documento contabile, rappresenta soprattutto il momento finale dell’attività amministrativa e la verifica degli obiettivi programmati; pertanto, necessita di particolare attenzione e cura nell’elaborazione da parte degli organi responsabili.

Quanto avvenuto non è solo un fatto di natura procedurale ma anche di sostanza, il rispetto delle regole è garanzia per tutti i cittadini e non solo per i consiglieri da cui essi sono rappresentati. E’ garanzia per tutti anche perché ogni atto non completamente conforme e rispettoso delle regole espone potenzialmente l’Ente a rischi di natura giuridica ed economica.

Per la nostra coscienza, per la nostra professionalità, per il rispetto del mandato elettorale ricevuto non si può più tacere: è un nostro dovere rilevare tutto ciò ed invitare il Sindaco e l’Assessore competente a prenderne atto e porvi rimedio”.

I consiglieri comunali

Cataldo Greco
Valerio Longo
Giuseppe Masiello
Vincenzo Sardelli
Alessandro Argentieri
Silvana Errico
Giuseppe Di Viesto
Grappo D’Agnano
Angelo Piccigallo

San Vito: tappa della senatrice Barbara Lezzi, M5S. Comizio sotto la pioggia in Piazza Giovanni Paolo II

di Silvia Di Dio
Ha fatto tappa anche a San Vito dei Normanni il tour per le Europee di Barbara Lezzi, portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle. E, nonostante la non benevolenza del clima piovoso al 4 maggio, ha richiamato l’attenzione dei cittadini in Piazza Giovanni Paolo II con il fervore politico che la rende una delle attiviste più vicine al leader Beppe Grillo.

La senatrice pugliese ha voluto dare merito all’organizzazione da parte del gruppo sanvitese del M5S, che l’ha accolta per voce di Marco Ruggiero, e che da tempo è impegnato in operazioni di cittadinanza attiva nella città normanna.

Nessun dietro front per la Lezzi dinnanzi ai tentativi di frenare il Movimento. Il suo, un discorso politico teso a smascherare quel che ritiene l’inganno palese della dirigenza nazionale: dai fatidici quanto mendaci 80 euro di Renzi alla pressione fiscale aberrante, alla necessità di cambiare in fretta un’Europa che va resa democratica con decisioni condivise a livello referendario.

Non è vero che i soldi non ci sono – ha detto – Perché ultra-tassare il risparmio?”. Ed ha di seguito elencato i drammi del Paese su cui intervenire con urgenza: dalla pressione fiscale che non consentirà agli italiani di andare avanti, ai venti miliardi di euro che dovranno entrare nelle casse dello Stato e che comporteranno nuove tasse per i cittadini a partire dal 2014.

Fino ad ora in Europa abbiamo mandato gli scarti della politica – ha dichiarato anche, passando la parola a Cristian Casili, Candidato Portavoce del Movimento alle Europee 2014. L’agronomo neretino ha sintetizzato l’essenza della campagna elettorale a sue spese, spaziando dalla lotta agli sprechi a quella per la trasparenza amministrativa. Per concludere con la consapevolezza dell’eccezionale non replicabilità dei nostri prodotti, privata delle proprie potenzialità da una politica delinquenziale.

Non siamo lo strumento moralizzatore del Pd, la nostra lobby siete voi – ha concluso la senatrice – Per far bene ci vuole solo buona volontà e coscienza”.

Barbara Lezzi, Cristian Casili e Marco RuggieroIl Gruppo M5S di San Vito

Tra le principali questioni portate alla ribalta dai seguaci di Beppe Grillo a San Vito, la lotta alle slot machine e, di recente, un’accorata richiesta all’Amministrazione comunale sulla scelta degli scrutatori per le prossime elezioni europee: scegliere in modo prioritario i cittadini disoccupati iscritti all’Albo degli Scrutatori. Un’istanza ritenuta illegittima dalla segreteria comunale, che il gruppo sanvitese si ripromette di continuare a sostenere.